Feeds:
Articoli
Commenti

ALFA ALFA

Sta fuori dalla porta di camera mia. Se chi sta fuori urla troppo, mentre io sto ancora dormendo, lui si illumina ed inizia a vibrare, esortando le persone che stanno in casa ad abbassare la voce. Inoltre volendo può sensibilizzare tutta la famiglia se spostato nelle varie zone della casa nei momenti in cui altre persone stanno riposando.

componenti elettriche: microfono, leds, motore, pulsante

luogo: fuori dalla porta di camera.

CREAZIONE DEL CIRCUITO

Prima cosa ho comprato un gamepad per prendere il motore che non avevo

Seconda cosa ho iniziato a costruire il circuito, collegando il microfono, un led da far accendere quando il volume della persona che parla va oltre una certa soglia ed il pulsante per spegnere il led.

Successivamento ho costruito il circuito per attaccare il motore ed ho aggiunto un altro led

Vedendo che il microfono utilizzato a causa del circuito costruito perdeva molta sensibilità, l’ho sostituito con un altro che aveva il circuito già integrato.

Ecco il circuito finale, con il nuovo microfono e le componenti sistemate all’interno del prototipo cartaceo visto da fuori

Microfono

Motore

Pulsante inserito all’interno della manina

Ed ecco il prototipo cartaceo di Alfa Alfa costruito, visto da fuori.

IL CODICE

int sensorPin = 1;
int ledPin =9;
int led2=10;
int sensorValue = 0;
int buttonPin=13;
int gooff=0;
int motor = 6;

void setup () {
Serial.begin (9600);
pinMode(ledPin, OUTPUT);
pinMode(led2, OUTPUT);
pinMode(buttonPin, INPUT);
}

void loop () {
gooff=digitalRead(buttonPin);
sensorValue = analogRead (sensorPin);

if (sensorValue >550 && gooff==0){ // se il microfono supera 550 e il pulsante è spento
digitalWrite(ledPin, HIGH); //accende il led
digitalWrite(led2,HIGH); //accende il led
Serial.println (sensorValue, DEC);
for(int v = 0 ; v <= 150; v +=1) {   // accende il motore
analogWrite(motor, v);
}
}
else if (gooff==1){ //spegne tutto
digitalWrite(ledPin, LOW);
digitalWrite(led2,LOW);
analogWrite(motor,0);
}
Serial.println (gooff, DEC);
delay (100);
}

Ed ecco il suo funzionamento:

Quando il volume della voce supera una certa soglia (il microfono e´ sistemato davanti alla bocca per aumentare la sensibilita´) Alfa Alfa si illumina(si illuminano i led che ha sugli occhi) e inizia a vibrare (si accende il motore che ha dentro). Allo stesso modo e´ possibile disabilitarlo (spegnere i led e il motore) attraverso il pulsante inserito nella mano sx di Alfa Alfa. Si riaccendera´ nel momento in cui una persona alzera´nuovamente troppo la voce.

I due concept finali

Tra i cinque concept ne ho estratti due. Di ognuno ho fatto un disegno più specifico per capire come poteva essere il prototipo finale ed ho elencato le componenti elettriche che mi servirebbero per la realizzazione dell’uno o dell’altro.

Concept numero 1 (fusione tra l’1, il 2 e il 74) La lampadina

Quando la accarezzo per darle la buonanotte lei si accende e vibra, ma mattina la accarezzo per darle il buongiorno e lei si spegne.

Accensione graduale

componenti elettriche: leds, light sensor, motore, sensore di temperatura

luogo: comodino

Concept num 16 Alfa Alfa

Sta fuori dalla porta di camera mia. Se chi sta fuori urla troppo, mentre io sto ancora dormendo, lui si accende ed inizia a vibrare, esortando le persone che stanno in casa ad abbassare la voce. Inoltre volendo può sensibilizzare tutta la famiglia se spostato nelle varie zone della casa nei momenti in cui altre persone stanno riposando.

componenti elettriche: microfono, leds, motore, pulsante

luogo: fuori dalla porta di camera.

IL CONCEPT SCELTO TRA I DUE è ALFA ALFA

Si può prendere spunto da questi siti, magari modificando occhi, o altre piccole forme, per stampare direttamente l’omino con le alette già preconfezionate

http://lilrustler.blogspot.com/2009/08/poodle-papercraft.html

http://www.cubeecraft.com/

Votazione concept

Qui riporto la selezione dei concept che ho fatto. Da 80 ne ho selezionati 12 per poi selezionarne 5.

La selezione è avvenuta  in base a questi parametri:

– semplicità nella realizzazione

– carattere antropomorfo sia a livello fisico che comportamentale

– tecnologie disponibili

– risoluzione di un problema, utilità e livello di emozionabilità

– realizzabilità su carta

Ecco i primi 12 concept selezionati, con relativi commenti riguardo a modifiche o rigenerazione del concept.

1. non semplicissimo, se semplificato può essere un oggetto molto utile e carino (una variante potrebbe essere che si accende al rumore della mia voce, ad esempio gli dico buona notte e lui si accende in risposta mentre la mattina gli dico buongiorno e si spegne in risposta)

4. molto utile, + complesso rispetto ad altri, potrebbe essere semplificato togliendo il display, può tremare dal freddo e pulsare di rosso per il caldo

5 – 19

16. molto utile, preserva il mio sonno, può essere semplificato togliendo l’audio, che in effetti può disturbare i miei sonni

24.26.28.35.36.53.66.69.

Apportando un ulteriore scrematura sono arrivata a selezionarne 4:

1  (può integrare il 2, o integrarsi con il 74 se si usa il microfono)

5 -19 (togliendo il sensore di movimento, può essere fatto con un pulsate, tipo appoggio le cose sulla lingua e urla di dolore (piezo buzzer, led, servo)

16. (può integrare il 36, o avere una doppia funzionalità legandosi con il numero 1)sensore di movimento o sensore di luce, leds

26. macchina, gioia (unisce il 14) (leds, macchinina, sensore di luce)

Ed ora diamo il via alla fase di creazione dei concept…

Giusto il tempo di sistemarli e saranno postati gli 80 concept che ho pensato.

Ecco qua gli 80 concept.

http://www.scribd.com/doc/25638843/Concept

Qui di seguito ho inserito gli oggetti significativi per me. Ce ne sarebbero tanti altri, ma ho inserito quelli che utilizzo più spesso.

Ho dato voce ad ogni mio oggetto. Ho esternato i loro pensieri e i loro stati d’animo.

Step 1 – Le 3 mappe

MY SOCIAL NETWORK MAP

In questa mappa ho suddiviso la rete dei miei contatti in quattro categorie: famiglia, amicizie, coro e università.

Inoltre ho indicato la frequenza con cui vedo e sento i miei contatti (molto frequente, frequente, poco frequente) e la loro lontananza da casa mia (molto lontano, lontano, vicino).

MY EMOTIONAL MAP

In questa mappa ho voluto reinterpretare la metafora della corrente elettrica, poli positivi e poli negativi, elettroni e protoni, cambiandola un pò. I due poli sono rappresentati dalle emozioni positive e negative. Le sfere rosse (protoni) portano emozioni positive al polo positivo, mentre le sfere blu (elettroni) portano le emozioni negative al polo negativo. In ogni freccia sono indicate le motivazioni che mi portano a provare una determinata emozione.

La barra sottostante sta ad indicare il passaggio dal positivo al negativo.

3 WEEKS OF MY LIFE

Nell’ultima mappa ho rappresentato i miei ritmi spazio-temporali delle ultime 3 settimane, indicando il tempo, i luoghi, le persone e le principali attività svolte.